BrokerAffidabili

BrokerAffidabili Forum Battere il mercato con un algoritmo: si può fare? Reply To: Battere il mercato con un algoritmo: si può fare?

#5484
Madalin.FataleMadalin Fatale
Participant

Se posso dire la mia: NO!
Però…..
Mi spiego meglio: anche io utilizzo da un po’ un buon sistema (anzi due), che mi da risultati costanti, molto interessanti, bassisimi DD, ottime percentuali mensili.
Ma è manuale.

Baso le mie decisioni ragionando su 3 banalissimi indicatori, che completo (giusto per farmi coraggio) buttando un occhio ai due più stupidi oscillatori che ci si possano trovare.
Ma a mano è una faticaccia! Decine di grafici da controllare su 2 timeframe. Oltretutto overnight o chiudi prima o devi prevedere TP ridotti. Impossibile seguire più di 3 cross per volta

Provata la realizzazione di un EA sul “sistema 1” che incide per circa il 40-45% del profit totale, il risultato è stato invece disastroso: capitale minimo necessario il 500% in più, + 1000% lotti aperti, DD 75% profit ridicolo

Alla fine ho creato un piccolo banale indicatore che con una mail mi dice quando e dove andare a guardare. Ho impostato dei settaggi personalizzati sui singoli cross.
Ma alla fine se tradare, quanto tradare, come, quando e se chiudere rispettando o no lo il TP grafico, di quanto profit godere o accontentarmi, ecc, lo decido io.

Il “sistema 2” è ancora più semplice (un solo indicatore) e potrebbe facilmente essere gestito con un EA sia in entrata che in uscita, sopratrtutto perchè il metodo funziona se entri a mercato al momento giusto. Ma anche in questo caso sto cercando di preparare un indicatore che mi avverta e basta.

In conclusione: credo che un indicatore sia meglio di un EA: forse si faranno meno trade, meno utili, ma almeno decido io, con testa, cuore e spirito umano e pure un pizzico di istinto. Faticoso: sì, ma in fonderia è peggio.

Se poi un indicatore è frutto di un algoritmo geniale, ben venga! Ma con itervento manuale.
Non riuscirei nè a dormire nè a godermi una vacanza al pensiero che i miei soldi sono in mano a una “macchinetta”